Infanzia Cinquale - Istituto Comprensivo di Montignoso

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Plessi

Scuola dell'Infanzia di Cinquale "Mino Maccari"


La Scuola dell'Infanzia "Mino Maccari" si trova in via Cateratte in località Cinquale. Accoglie bambini di 3,4,5 anni suddivisi in 4 sezioni etereogenee per età, contrassegnate da una lettera e dal simbolo di 4 diversi animali.
Sono assegnate al plesso 11 insegnanti, di cui 2 di sostegno, più 1 insegnante di religione cattolica ed una operatrice O.S.E.; operano inoltre nella scuola 2 collaboratori scolastici.
Sez. A Bruco: Laura Attolini, Fiorella Costa.
Sez. B Ragno: Miranda Marchi, Gabriella Tonarelli,
Sez. C Pesce: Oriella Lorieri, Monica Stellati.

I.R.C.: Alessandra Chioni
L'ente locale eroga e garantisce il servizio scuolabus ed il servizio mensa.

Il giorno 5 settembre alle ore 10,00 le insegnanti incontreranno le famiglie delle bambine e dei bambini nuovi iscritti.



La visita pastorale del Vescovo di Massa al nostro plesso:
guarda le foto e l'unità di lavoro.

Download

SPAZI DEL PLESSO
1 salone d'ingresso;
4 aule-sezione;
1 aula motricita';
1 angolo pittura-manipolazione;
1 laboratorio linguistico;
1 angolo biblioteca;
1 angolo gioco-casa;
1 sala da pranzo;
1 cucina;
1 spogliatoio per il personale;
2 blocchi servizi igienici per bambini;
3 servizi igienici per adulti, di cui 1 destinato al personale diversamente abile.
Spazi esterni: grande giardino recintato.

MODALITÀ ORGANIZZATIVE
ORARIO
La scuola funziona dalle ore 8,00 alle ore 16,00 per 5 giorni settimanali (sabato escluso).
Entrata: dalle ore 8,00 alle 9,15.
Uscita: dalle ore 12,15 alle 12,30 (I uscita ).
dalle ore 13,45 alle 14,15 (II uscita ).
dalle ore 15,30 alle 16,00 (III uscita).

Le attività didattiche del plesso sono organizzate con varie modalità:
- Attività con gruppi omogenei per età (in sezione o intersezione).
- Attività di sezione;
- Attività di intersezione;
Le attività d'intersezione sono, generalmente, di tipo laboratoriale.

In ogni sezione lo spazio è strutturato in “angoli” (utilizzato sia per attività guidate dall'insegnante, che in autonomia dai bambini stessi).

Le insegnanti nei vari percorsi privilegiano SCELTE METODOLOGICHE atte a favorire l'armonica crescita personale e lo sviluppo degli apprendimenti dei singoli bambini, tendendo in particolare a:

• Creare le condizioni per garantire un clima sereno, accogliente e rassicurante.
• Privilegiare il fare e l'agire dell'alunno.
• Renderlo protagonista nell'acquisizione delle sue conoscenze.
• Favorire l'esplorazione libera.
• Stimolare la capacità' organizzativa del bambino.
• Promuovere attività' che favoriscano l'integrazione fra i vari linguaggi espressivi.
• Privilegiare la formulazione di ipotesi nella risoluzione di problemi.
• Favorire il piacere per la ricerca e la scoperta.
• Favorire la condivisione del problema nel gruppo, per stimolare il confronto produttivo.
• Favorire il lavoro in piccoli gruppi.
• Favorire la gestione autonoma delle attività'.
• Motivare all'apprendimento attraverso un approccio ludico.
• Garantire la presenza attenta degli adulti di riferimento.
• Rispettare i tempi di ognuno senza anticiparne le risposte.
• Valorizzare i diversi stili di apprendimento.
• Sensibilizzare i bambini all'aiuto reciproco ed all'apprezzamento delle diversità.

ORARIO INSEGNANTI
L'orario delle insegnanti è articolato su due fasce : 8,00/13,00, 10.30/16,00. In questo modo si riesce a garantire la compresenza delle docenti dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e la possibilità di svolgere attività per gruppi omogenei di età e attività laboratoriali.

PROGETTI E ATTIVITÀ DEL PLESSO (del corrente anno scolastico):

Progetto accoglienza: “STAR BENE A SCUOLA”.
Al fine di rendere positiva l'esperienza della scuola dell'infanzia e favorire il distacco del bambino dalla famiglia per inserirlo positivamente nel nuovo ambiente, le
insegnanti attuano dal mese di settembre alla fine di novembre tale percorso.(vedi P.O.F.).

Progetto spazio:” UNO SPAZIO PER ESPRIMERE- COMUNICARE- APPRENDERE”.
Al fine di rendere i bambini autonomi e capaci di decodificare e utilizzare lo spazio organizzato, strutturato e regolamentato, le insegnanti attuano, da diversi anni, il progetto, sia nelle singole sezioni che negli spazi comuni.( vedi POF)

Attività di intersezione per i bambini di 5 anni: “UN ARCOBALENO DI LIBRI”.
Nasce come progetto di continuità volto ai bambini frequentanti l'ultimo anno della scuola dell'infanzia e ai bambini del primo anno della scuola primaria per condividere metodologie tra i due ordini di scuola. Quest'anno, a causa di una diversa destinazione del fondo di istituto, continua nel secondo quadrimestre, non più come progetto di continuità ma come attività di intersezione rivolto ai bambini dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia e prende in esame l'utilizzo del libro nello spazio dedicato alla biblioteca, con creazione e fruizione di spazi organizzati per la lettura e la gestione del prestito oltrechè l'approccio a varie modalità di interpretazione e rielaborazione di un testo "scritto" per immagini. (vedi POF)

Attività di PSICOMOTRICITÀ RELAZIONALE.
Al fine di PREVENIRE problematiche di tipo comportamentale , relazionale e di apprendimento, da anni viene attuato, nella scuola, un percorso di psicomotricità relazionale, finalizzato a favorire la crescita personale e l'integrazione sociale dei singoli alunni, con l'intervento di un esperto.(vedi POF)

Attività MOTORIA.
Ogni anno operano nella scuola esperti del C.O.N.I. che coinvolgono i bambini in percorsi motori atti a favorire l'apprendimento delle posture di base e la maturazione globale della motricità .

Laboratorio MUSICALE.
L'associazione musicale Cagetti proporrà, ai bambini frequentanti l'ultimo anno, attività ludiche, al fine di avvicinarli all'approccio del linguaggio musicale.

COMUNICAZIONE SCUOLA – FAMIGLIA.
Al fine di facilitare una comunicazione efficace tra docenti e famiglia e la partecipazione attiva alla vita scolastica, sono organizzate:
• Assemblee collegiali.
• Colloqui individuali con le famiglie sia ad inizio anno scolastico che in itinere.
• Consigli d'intersezione tra docenti e rappresentanti dei genitori eletti dai genitori stessi, per informare periodicamente le famiglie sull'andamento scolastico del plesso e delle singole sezioni.
• Spazi dedicati alle famiglie, all’entrata della scuola, adibiti sia alle comunicazioni famiglia-scuola che famiglia-famiglia.
I docenti sono comunque a disposizione per ascoltare e rispondere ad ogni tipo di quesito delle famiglie.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu